Ultimamente si sente parlare molto di questo tipo di preparazione, lodata dai grandi chef e nei programmi di cucina salutare. Stiamo parlando di cottura sottovuoto, volete sapere di cosa si tratta?

Il processo è semplice, infatti si devono posizionare gli alimenti in dei sacchetti appositi, creare il sottovuoto e poi cuocere il tutto in acqua calda oppure in un forno a vapore a temperatura non troppo elevata, tra i 50° e 100°. Gli alimenti messi sottovuoto vengono cotti a bassa temperatura, lasciando l’alimento morbido, saporito e ricco di principi nutritivi. Tutto questo in una cucina di un ristorante stellato è un gioco da ragazzi.

Solo una semplice moda? Ormai in ogni programma culinario che si rispetti, almeno una puntata è dedicata alla cottura sottovuoto. Anche nei ristoranti stellati o di maggior successo, almeno in una voce del menù, tra carne, pesce e vegetali è realizzata in questo modo. Ma è una semplice moda o davvero si tratta di una tecnica talmente innovativa che ha rivoluzionato il modo di cucinare i cibi?

Sicuramente il gusto, i colori e la consistenza degli alimenti cucinati sottovuoto, sono diversi da qualsiasi altro tipo di cottura. Attraverso di essa è possibile mantenere tutti le proprietà dell’alimento cuocendolo fino al cuore, senza sfaldarlo anzi mantenendolo integro e ricco di sapore. Grazie alla mancanza di ossigeno, inoltre, i cibi non si ossidano e quindi mantengono i loro brillanti colori

Cosa molto importante: ricordarsi sempre l’importanza della materia prima, ma con questo metodo di cottura è fondamentale che l’ingrediente principale sia fresco e di stagione. Alimenti buoni da mangiare senza alcun condimento, verdure dal colore vivace, carne profumata e pesce così fresco da poter essere consumato anche crudo. Anche i condimenti che vengono messi all’interno del sacchetto per insaporire gli alimenti devono essere di ottima qualità in quanto penetrano nei tessuti dello stesso e vengono assorbiti completamente.

fonti: Il Giornale Del Cibo

Portrait of a  chef with a knife in his hand,  to beat tomatoristoranti asti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

+ info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close