Dalla scelta della farina alla temperature del forno i 5 suggerimenti per fare una pizza con i fiocchi

Alta o bassa, tonda o al trancio, bianca o rossa che sia, la pizza con i suoi facili ingredienti base (farina, acqua, lievito e sale) è – forse insieme alla pasta – il piatto italiano per eccellenza, quello di cui si va in astinenza quando si è all’estero, quello che spesso ti risolve il sabato sera e mette sempre tutti d’accordo, oltre ad essere piuttosto economica. Negli ultimi tempi, anche la pizza è salita nell’Olimpo della cucina gourmet, complici le guide e la curiosità dei foodies, che hanno spinto già ottimi pizzaioli ad alzare l’asticella della qualità ed elaborare ricette inedite, trattando la pizza come un piatto gourmet a tutti gli effetti.

Piuttosto, voi la pizza, la sapete veramente fare? Ecco 5 pratici consigli che vi diamo per rendere la vostra pizza casalinga pressochè perfetta:

– Assicurarsi che gli ingredienti siano freschi e di ottima qualità, partendo da farina, acqua e lievito di birra o PastaMadreViva. Una volta ben amalgamati, aggiungete il sale e solo per ultimo olio EVO a filo;

– Non esagerare con la quantità di acqua nell’impasto, un 60/65 % di acqua rispetto alla quantità di farina è più che sufficiente per una pizza fatta in casa;

– Iniziare a preparare la pizza il giorno prima. Dopo averla impastata, fara riposare in frigorifero una notte, per renderla più digeribile;

– Prima di infornare, portare a temperatura il forno, preriscaldandolo a 220-240° in modalità statica per ottenere una cottura uniforme;

– Non infornare la pizza già farcita, ma spalmare solo il pomodoro condito con un pizzico di sale e origano. Prima di terminare la cottura aggiungere mozzarella (tagliata a fette e scolata dalla sua acqua) e gli ingredienti scelti;

Il consiglio gourmet
Scegliere una farina macinata a pietra, ricca di fibre e una farcitura, ad esempio, con uova e verdure di stagione, che forniscono la giusta quantità di carboidrati, proteine e sali minerali che avrete bisogno per un pasto ben bilanciato.

Il consiglio più importante
Mangiare la pizza è un momento di condivisione, apparirà ancora più buona se assaporata in compagnia.

 

albergo astialbergo asti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

+ info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close