La prima volta in un ristorante stellato non si scorda mai. A volte però a essere indimenticabili non sono solo il cibo, il vino o l’atmosfera, ma anche le figuracce e i momenti di imbarazzo che possono capitare a chi non è abituato a un certo tipo di esperienza gastronomica.
Ecco quindi le 5 cose da sapere prima di andare in un ristorante stellato:

1. INFORMARSI IN ANTICIPO
Il fatto che sia un ristorante stellato non garantisce che quello specifico ristorante vi piacerà. Leggete, cercate su Internet, insomma, informatevi. Potrete trovate una cucina più leggibile, con influenze mediterranee; mentre in altri ristoranti l’esperienza si fa più cerebrale e meno di sostanza. Non arrivate impreparati.

2. PRENOTARE CON ANTICIPO
Non tutti i ristoranti hanno liste d’attesa di mesi, ma per alcuni si fa necessario pianificare la visita con molto anticipo: se vi trovate a passare da Modena non potete sperare di trovare un tavolo all’Osteria Francescana chiamando un paio d’ore prima. Alcuni ristoranti chiedono la carta di credito al momento della prenotazione – pensateci bene prima di disdire all’ultimo minuto.

3. AVVERTIRE DELLE INTOLLERANZE
Menù vegetariani, portate vegane indicate in menu e tante proposte gluten free. Ormai anche il ristorante stellato si è adeguato a un crescente aumento di intolleranze e altre esigenze alimentari delle tipologie più varie (arriverà anche il primo stellato paleo, è solo questione di tempo). Ma dovete avvertire al momento della prenotazione, altrimenti, beh, non stupitevi se non possono adeguarsi alle vostre necessità.

4. ATTENZIONE ALL’APERITIVO
In un ristorante stellato sono molte le attenzioni “non pagate”. Il calice di bollicine offerto appena ci si siede; un cestino del pane vario e buono, accompagnato da olio, burro o altri condimenti; amuse bouche prima dell’antipasto; predessert prima del dolce vero e proprio; piccola pasticceria insieme al caffè.

5. MENU DEGUSTAZIONE PER TUTTI
Il menu degustazione si intende per l’intero tavolo. Lo trovate scritto su quasi tutti i menu, e c’è poco da aggiungere.

ristoranteingredienti costosi